Via C. A. Dalla Chiesa, 16 - 95036 Randazzo (CT) - P.IVA: 04233620873 095 7993056 Lun-Ven: 9.30 - 12.30; 16.30 - 19.30 / Sab. Dom. Chiuso

5x1000 Associazioni Sportive Dilettantistiche

5x1000 Associazioni Sportive Dilettantistiche
Data
22 gennaio 2018
Inserito da
Studio Caggegi&Mazzeo
Categoria
No Profit

a cura del Dott. Emanuele Caggegi

Dalla Legge di Bilancio 2015, in particolare con l'articolo 1 comma 154, il legislatore ha introdotto la possibilità per il contribuente di destinare in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi, una quota pari al 5 per mille dell'Irpef a favore di certe categorie di soggetti.

I soggetti destinatari del contributo sono:
 

Enti del volontariato tra cui:

 

- organizzazioni di volontariato di cui alla legge n. 266 del 1991;
- Onlus - Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (articolo 10 del D.lgs 460/1997);
- cooperative sociali e i consorzi di cooperative sociali di cui alla legge n. 381 del 1991;
- organizzazioni non governative già riconosciute idonee ai sensi della legge n. 49 del 1987 alla data del 29 agosto 2014 e iscritte all’Anagrafe unica delle ONLUS su istanza delle stesse (art. 32, comma 7 della Legge n. 125 del 2014);
- enti ecclesiastici delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti accordi e intese, considerate Onlus parziali ai sensi del comma 9 dell’art. 10 del D. Lgs. n. 460 del 1997;
- associazioni di promozione sociale le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell’Interno, considerate Onlus parziali ai sensi del comma 9 dell’art. 10 del D. Lgs. n. 460 del 1997;
- associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali (articolo 7, commi da 1 a 4, legge 383/2000);
- le associazioni e fondazioni di diritto privato che operano nei settori indicati dall’articolo10, comma 1, lettera a) del Dlgs 460/1997.
 

Enti della ricerca scientifica e dell’università;

Enti della ricerca sanitaria;

Attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente;

Associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal Coni che svolgono una rilevante attività di interesse sociale.

Se sei un'ASD (Associazione Sportiva Dilettantistica) e vorresti beneficiare del contributo del 5 per mille, ecco le istruzioni da seguire.

Contributo del 5x1000 in favore delle Associazioni Sportive Dilettantistiche

Affinché un'Associazione Sportiva Dilettantistica sia ammessa a beneficiare del contributo del 5 per mille, è innanzitutto necessario che la stessa provveda all'iscrizione ad un elenco permanente degli iscritti che comprende gli enti che hanno regolarmente prodotto la domanda di iscrizione e la successiva dichiarazione sostitutiva, in presenza dei requisiti prescritti.

L’elenco permanente degli iscritti viene integrato, aggiornato e pubblicato sul sito web dell’Agenzia delle Entrate distinto per categoria.
 

Attenzione: l'inserimento nell’elenco permanente vale ai fini dell'iscrizione dell’ente al riparto del 5 per mille, ma non anche quale ammissione al beneficio.

Quali sono i requisiti per ottenere il contributo del 5x1000?

Possono accedere al beneficio e partecipare al riparto del 5 per mille, le Associazioni Sportive Dilettantistiche che:

  1. svolgono una rilevante attività sociale;
  2. all'interno dell'organizzazione è presente il settore giovanile;
  3. sono affiliate a una Federazione sportiva nazionale o a una disciplina sportiva associata o a un Ente di promozione sportiva riconosciuti dal Coni.

Inoltre le Associazioni devono svolgere prevalentemente una delle seguenti attività:

  • avviamento e formazione allo sport dei giovani di età inferiore a 18 anni;
  • avviamento alla pratica sportiva in favore di persone di età non inferiore a 60 anni;
  • avviamento alla pratica sportiva nei confronti di soggetti svantaggiati in ragione delle condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari.

Modalità e termini per essere ammessi al contributo del 5x1000

Le Associazioni Sportive Dilettantistiche in possesso dei suddetti requisiti, devono compilare con apposito software il seguente modello, e inviarlo telematicamente all'Agenzia delle Entrate a partire dal 3 aprile ed entro l'8 maggio.

Possono inoltrare la domanda:

  1. direttamente i soggetti interessati, ma previa abilitazione ai servizi Entratel o Fisconline;
  2. oppure gli intermediari abilitati a Entratel (come i Commercialisti).

Se la domanda è presentata oltre i termini previsti ed entro il 2 ottobre, dovrà essere versata una sanzione di importo pari a 250 euro.

Quali sono gli adempimenti successivi all'inserimento nell'elenco permanente degli iscritti?

L'elenco definitivo delle Associazioni iscritte al registro sarà pubblicato entro il 25 maggio.

Entro il 30 giugno, i legali rappresentanti di tali Associazioni devono spedire tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, all’Ufficio del Coni nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell’associazione interessata, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’articolo 47 del DPR n. 445 del 2000, che attesta la persistenza dei requisiti che danno diritto all’iscrizione.
 

Attenzione: se le condizioni permangono le stesse e se la domanda di iscrizione e la dichiarazione sostitutiva sono state regolarmente presentate, l'Associazione non è più tenuta per gli anni successivi ad effettuare una nuova comunicazione.


La domanda telematica di iscrizione al 5 per mille deve quindi essere trasmessa dagli enti di nuova costituzione e dagli enti che non si sono iscritti nell'anno precedente o dagli enti non regolarmente iscritti o privi dei requisiti nell'anno precedente.
 

Attenzione: In caso di variazione del rappresentate legale dell'ASD, è necessario trasmettere una nuova dichiarazione sostitutiva all'ufficio del CONI territorialmente competente, nei termini previsti dall'articolo 6 del DPCM 23 aprile 2010.


Di seguito si riepilogano le scadenze del 5 per mille per le Associazioni Sportive Dilettantistiche:

Descrizione Associazioni Sportive Dilettantistiche
Inizio presentazione domanda di iscrizione 3 aprile
Termine presentazione domanda di iscrizione 8 maggio
Pubblicazione elenco provvisorio 14 maggio
Richiesta correzione domande 22 maggio
Pubblicazione elenco aggiornato 25 maggio
Termine presentazione dichiarazione sostitutiva 30 giugno agli uffici territoriali del Coni
Termine regolarizzazione domanda iscrizione e/o successive integrazioni documentali 2 ottobre

 

Tutto chiaro fin qui?


Per maggiori informazioni sugli enti no profit, leggi questo articolo.

Clicca qui se invece vuoi ricevere la tua consulenza su misura.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividi o lascia un commento.

STUDIO CAGGEGI & MAZZEO
Dottori Commercialisti Associati - Revisori Legali
Via C. A. Dalla Chiesa, 16 - 95036 Randazzo (CT) - P.IVA: 04233620873 095 7993056 Lun-Ven: 9.30 - 12.30; 16.30 - 19.30 / Sab. Dom. Chiuso

ACCESSO CLIENTI

RECUPERO PASSWORD